Spedizione gratuita per ordini superiori ai 60€!

Erba legale alto CBD, guida all'acquisto

La cannabis legale ad alto contenuto di CBD si ottiene dalle infiorescenze femminili della pianta di cannabis sativa esattamente come quella a basso CBD.

Per questo ci sentiamo rivolgere spesso la domanda “come riconoscere l’erba legale ad alto CBD?”. In effetti, i prodotti a base di cannabidiolo sono sempre più apprezzati in Italia come in buona parte del mondo e i collezionisti vogliono assicurarsi di avere nell’armadietto varietà sempre più buone e soprattutto più potenti.

Per riconoscere e collezionare erba legale ad alto CBD, tre sono le componenti fondamentali che tratteremo in questa guida all'acquisto:

  • percentuale dichiarata di cannabidiolo,
  • qualità complessiva dell'infiorescenza
  • varietà (nel senso di genetica) dell'erba

Le vediamo una per una in questa guida, che è adatta sia per i collezionisti voraci sia per coloro che si sono appena affacciati su questo verde e aromatico mondo.

cima di canapa su pinzetta con mano

Percentuale dichiarata di cannabidiolo

Questo è l’indicatore migliore da tenere in considerazione quando si va alla ricerca di canapa ricca di proprietà rilassanti. Tuttavia, la percentuale stampata sulla bustina o dichiarata sul sito non può e non deve essere l'unico fattore preso in considerazione, perchè può essere fuorviante.

In mancanza di una legge precisa e dettagliata, la percentuale riportata sulla bustina non è sempre garanzia di corrispondenza perfetta.

Alcuni coltivatori e rivenditori inclini al marketing facile, per esempio, amano scrivere “CBD < X%”, dove al posto di X% troviamo spesso valori altissimi e anche poco realistici, come 28%, 30%, ….

A prima vista, si potrebbe ipotizzare che la canapa in questione conterrebbe moltissimo CBD: fino al 28% o al 30%.

Invece, il consumatore dall’occhio attento e il conoscitore dei simboli matematici imparati alle scuole medie riconoscono subito il suggerimento creativo: minore non significa uguale!

Minore significa minore, e in questo caso la dicitura sulla bustina ci ricorda che quella canapa ha meno del 30% di CBD: potrebbe avere anche 10%, 1%, anche 0.5% e nessuno avrebbe violato alcuna legge.

Assicuriamoci quindi che le percentuali dichiarate siano veritiere; se l'azienda è poco conosciuta, è bene richiedere una copia delle analisi di laboratorio. Sono obbligatorie e attesteranno in modo scientifico l’effettiva percentuale di cannabidiolo presente, e se quell’erba legale è ad alto CBD o meno.

“Tutte le percentuali che trovi sulle mie bustine sono prese dalle analisi di laboratorio!”, dice Il Mago mostrando i fogli, “Guarda qui le analisi! La Destiny e la Skywalker sono le mie due varietà più potenti e arrivano entrambe al 25% di CBD!"  

 

Qualità complessiva dell'infiorescenza  

Importante ricordare: la cannabis legale non ha effetti droganti, psicotropi o che alterano la psiche (= non sballa); dato facilmente accertabile nel pieno della consapevolezza.

La cannabis di qualità ha profumi, aromi e fragranze davvero speciali ottenuti dalla presenza dei terpeni, ovvero dagli oli essenziali sviluppati durante il ciclo vitale della pianta di cannabis sativa - qui il nostro approfondimento sul ruolo dei terpeni nella cannabis light.

L'aroma è importante per verificare la qualità del prodotto: a contatto con l'aria tenderà ad essere meno intenso, concentrato e pieno. Una canapa priva di fragranze o con sfumature di fieno, non è di qualità. Allo stesso modo, una canapa che esplode di aroma per i primi 5 minuti dall'apertura della bustina, per poi perderlo per sempre, dovrebbe farci guardare altrove.

Una cannabis legale di alta qualità ha tonalità verdi (o un mix di sfumature tra viola e verde) vive, brillanti e sgargianti. Una canapa light gialla, marrone o bordeaux rappresenta scarsa qualità.

Anche i tricomi presenti sull'infiorescenza sono un ottimo indicatore di qualità: come tendenza. "Più ce n'è, meglio è!", dice Il Mago ammiccando. 

La cannabis light al tatto non deve essere né secca né umida, deve avere un grado di umidità corretto. Se troppo secca, si ridurrà in polvere; al contrario se il fiore è troppo umido c'è il rischio di sviluppare muffe, pericolose per la salute. Lo stelo e i rametti delle infiorescenze non si dovrebbero notare troppo, non deve avere semi o foglie (da non confondere con le sugar leaves).

Varietà e genetiche con più alto CBD

Il settore cannabico si è evoluto velocemente, oggi esistono varietà di cannabis light, hashish e concentrati con caratteristiche e qualità organolettiche differenti. Questo è stato possibile grazie alla passione e al sudore degli addetti ai lavori che hanno selezionato progressivamente varietà sempre più ricche e potenti.

Ecco le più famose genetiche di canapa ad alto cannabidiolo.

Cannatonic: amata per il suo elevato contenuto di CBD dai collezionisti più appassionati, Cannatonic è una qualità ibrida di canapa legale che nasce dall'incrocio di MK Ultra e di G13. I suoi fiori sono compatti e ricchi di pistilli rossi, la maggior parte dei fenotipi presenta un leggero aroma terroso, sfumature dolci con lievi sentori d'agrumi.

ACDC: è uno speciale fenotipo della leggendaria varietà Cannatonic. Si tratta di un ibrido equilibrato. Questa pianta sviluppa notevoli quantità di CBD, spesso supera il 20%. ACDC sprigiona aromi di limone e pino.

Harlequin: sapori complessi e particolari sono caratteristiche di questa genetica. Profumi secchi e decisi, allo stesso tempo gradevoli e agrumati, apprezzati da chi ha bisogno di godersi gli effetti del CBD senza soffrire l'impegno mentale della quotidianità.

Therapy: Questo strain, lo dice il nome, è particolarmente indicato come cannabis medica. Si può trovare facilmente anche per usi collezionisti. La sua versione medicale è utile per gli spasmi muscolari, infiammazioni, depressione e l’ansia fino all’epilessia o alcune sindromi come quello di Dravet o il morbo di Crohn o anche la SLA. Un bouquet ricco di frutti di bosco, kiwi, menta e agrumi. L’esperienza gustativa è gradevole, tenue e rilassante.

Durante l’acquisto su uno shop online o in negozio, potresti trovarti davanti a nomi di infiorescenze molto particolari; puoi fare affidamento sulle percentuali dichiarate, oppure - se ti sembrano irrealistiche - puoi sempre chiedere quali sono le genetiche di provenienza.

Riassumendo

È importante saper riconoscere una canapa legale ad alto CBD di buona qualità da una non all'altezza delle nostre aspettative. Ne va dell’esperienza di fruizione, naturalmente collezionistica. Puoi fidarti delle percentuali dichiarate, puoi guardare le analisi, puoi esaminare l’aspetto dei fiori, oppure puoi andare sul sicuro e provare le nostre migliori varietà di canapa legale ad alto CBD dalle percentuali autentiche: lo dice anche Il Mago di Weedzard.

Privacy Policy

Weedzard srl tel: +39 0644235400 - via Alessandria 129, 00198 Roma - P.IVA: 14550211008